CONSULENZA E ASSISTENZA LEGALE:

  • famiglia e minori. Assistenza in giudizio per separazioni legali, divorzi, affidamenti esclusivi. Consulenza e orientamento, in rete con i servizi territoriali coinvolti. Ricorso CEDU per violazione diritto all’unità familiare (art.8 CEDU).
    • La precisazione dei “confini normativi”, la spiegazione dei provvedimenti giudiziari e amministrativi e la messa a fuoco dei soggetti istituzionali che intervengo nell’area famiglia quando emergono problematicità, ha permesso di rinforzare le persone seguite, di fornire gli elementi per definire delle scelte, e di restituire competenze per ri-attivare risorse personali.
    • La richiesta maggiore quando emerge un problema legale, soprattutto da parte degli stranieri, è quella di ricevere un aiuto nella comprensione delle competenze delle nostre Istituzioni (giudiziarie e amministrative) e di avere uno spazio di confronto per capire come muoversi.
  • Violenza di genereConsulenza e assistenza legale alle donne vittime di violenza, istanze ai sensi dell’art. 18bis d. lgs 286/98 e succ mod. per il rilascio del permesso di soggiorno speciale per vittime di violenza di genere;
  • Civile e amministrativo. Sono state fornite consulenze su questioni ereditarie, su amministrazione di sostegno, su pignoramenti e supporti nella definizione di piani di rientro, assistenza in procedura di sfratto/pignoramento casa, consulenza in casi di sovrindebitamento, consulenza per l’accesso a strutture di accoglienza e problematiche inerenti la ripartizione del pagamento retta;
  • diritto dell’immigrazione: consulenza e assistenza nelle procedure di cittadinanza italiana, domanda di protezione internazionale, richiesta di autorizzazione al TM ex art. 31 d. lgs.286/98 e succ mod, ricorsi contro espulsioni.

AZIONI DI CONTRASTO ALLE DISCRIMINAZIONI PER NAZIONALITA’

  • Azione civile contro la discriminazione attuata da alcuni Comuni della Città Metropolitana rispetto all’accoglienza dei richiedenti protezione internazionale.
  • Azione civile contro la discriminazione rispetto al riconoscimento del premio nascita di cui all’art. 1, comma 353 della L. 232/2016  ammesso dall’Inps soltanto alle mamme lungo soggiornanti  o titolari di protezione internazionale.
  • Azione civile contro la Regione Lombardia per il requisito di 5 anni di residenza sul territorio regionale per l’accesso degli stranieri al “reddito di autonomia”,
  • Azione civile contro la Regione Lombardia (ma si tratta di legge statale) in materia di accesso all’alloggio, per la previsione per i soli cittadini stranieri del possesso della residenza da almeno dieci anni nel territorio nazionale o di almeno cinque anni nella regione. Il Tribunale di Milano ha evidenziato profili di illegittimità costituzionale e si è rimesso alla Corte Costituzionale;;
  • Azione civile contro NABA (Nuova Accademia Belle Arti) per la differenza di quota di iscrizione per italiani e stranieri;;
  • Azione civile contro il Ministero della Giustizia per il mancato accesso degli stranieri alle mansioni di mediatore culturale in carcere;
  • Azione civile contro la Regione Lombardia per il divieto di accesso assoluto negli ospedali col velo integrale. Il ricorso è stato respinto, siamo in appello;
  • Nel 2017 c’è stata l’udienza in Cassazione che ha chiuso la vicenda riguardante l’accesso degli stranieri lungo soggiornanti all’assegno famiglie numerose. È stato respinto il ricorso dell’INPS.

INIZIATIVE FORMATIVE:

  1. Formazione agli operatori della Coop. Sociale Comunità del Giambellino rispetto all’accoglienza nelle strutture di housing sociale
  2. Formazione all’UOMPIA Rozzano su cyberbullismo.
  3. Scuola Ettore Conti in Co-gestione con gli studenti, intervento su cyberbullismo.
  4. Sono stati realizzati interventi formativi/informativi in alcune parrocchie, con insegnanti e genitori.
  5. Aggiornamenti ai soci

INTERVENTI DI SENSIBILIZZAZIONE/INFORMAZIONE

  1. proiezione del film/documentario “Wallah – je te jure” prodotto da Iom- Niger e si è avviato un dibattito con la giornalista che ha preso parte alle riprese e soci dell’associazione esperti in diritto dell’immigrazione.
  2. Insieme all’Area Minori di Caritas il Convegno “Ragazzi e Cyber-rischi – la responsabilità degli adulti” .

PARTECIPAZIONE/SOSTEGNO AD INIZIATIVE:

  1. Apn, con altre associazioni, ha sollecitato la Regione Lombardia ad intervenire rispetto ad alcune criticità emerse nell’accesso dei migranti alle cure mediche.
  2. Adesione alla campagna promossa dall’Associazione Magistrati Minorenni Famiglia Salviamo i Tribunali per i Minorenni (riforma della giustizia minorile DDL2284).
  3. Adesione all’appello promosso dalla rete di insegnanti per sostenere lo Ius soli”.
  4. Adesione alla “campagna immigrazione” promossa dal forum del terzo settore e altre realtà per la riforma della legge sull’immigrazione. Ero Straniero”.

Contributo nella pubblicazione di Caritas Ambrosiana “Buon viaggio a tutti noi – riflessioni e proposte sulle migrazioni per vincere le paure”. Abbiamo curato il capitolo sui permessi di soggiorno ai minori stranieri “Il minore straniero è prima di tutto un minore”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi